Liebster Award

Con la tempestività e la prontezza di riflessi che ci contraddistingue, finalmente rispondiamo alla nomina di Magari tra due settimane torno (Ciao Ale, come va il trasloco londinese? I cimiteri sono belli anche in primavera?) per il Liebster Award!
Se non conoscete il blog di Alessandra, MALE, avete l’obbligo morale di recuperare!

liebsteraward

Regole del gioco: ci hanno posto dieci domande e noi ne dovremo inventare altrettante per qualche povero sventurato blog.

  • Esponici il tuo abbigliamento-tipo di quando avevi 14 anni

Marty: Se rispondo “esattamente come ora”, devo cominciare a farmi due domande? Probabilmente si. Jeans e converse for life.

Mara: 14 anni = gettata nella city dopo 3 anni di scuole medie in un paese di provincia = portavo ancora i segni della moda tamarra di periferia (anzi di paese). Preferisco non scendere nei dettagli…

  • Qual è il modo più stupido in cui ti sei fatta/o male? (Io, per esempio, graffiandomi con la crosta del pane. Very sad)

Marty: Immagino che girare l’angolo e impiantarsi con lo stomaco nel corrimano della scala sia stato piuttosto carino da vedere per mia sorella, visto che ne ride tuttora. Oppure quando correndo non ho visto la porta di vetro… Amo i classici.

Mara: sbattere contro la porta di vetro rientra anche nella mia classifica (ben due volte!)… Ma citerei la volta che inspiegabilmente ho perso l’equilibrio DA SOLA e sono caduta per terra.

  • Qual è la tua canzone preferita de Lo zecchino d’oro?

Marty: Questa la so, la so, è facile! [Momento di commozione, ricordi di infanzia che invadono la mente, vado]  “Goccia dopo goccia” (Goccia dopo goccia nasce un fiumeeeee!)

Mara: La barchetta di carta. dal 1993 (Già sognavo di navigare, torna tutto!!)

  • Hai qualche qualità eccezionale che nessuno sembra apprezzare (IDIOTI!)? Raccontaci.

Marty: Riesco a girare la lingua sottosopra. Utilissimo, no?

Mara: so scovare le parole che fanno ridere!

  • In quale principessa Disney ti identifichi maggiormente e perché (vale anche per i maschi)?

Marty: ovviamente Belle (e ci ho pure scritto un post)! Io voglio vivere di avventureeeeeee!

Mara: posso rispondere Fantaghirò anche se non è Disney? Non mi identifico con nessuna delle principesse, ma direi che la più bulla è sicuramente Ariel.

  • Hai qualche abitudine alimentare che gli altri ritengono nauseante/bizzarra e tu non capisci perché? O, al contrario, c’è qualche tua/o amica/o che ha qualche abitudine alimentare che tu ritieni nauseante/bizzarra e lei/lui non capisce perché? Apriti a noi. Salutiamo tutti insieme Corgi e le sue colazioni a base di crema spalmabile al baccalà.

Marty: La mia abilità nel passare dal cacciucco alla colomba e viceversa in dieci nanosecondi forse… O magari il mio stomaco che è un po’ come la borsa di Mary Poppins. Ciao mega hamburger russi con cipolle impanate, mi mancate.

Mara: Io non sono interessante, sono solo banalmente golosa di dolci. Ma conosco una persona – ciao Marty – che per esempio dopo aver pranzato mangia il profitterol e poi le patatine…

  • A che mese i bambini iniziano a mettere su i denti da latte?

Marty: Ehm.. Sento che Mara si sta sbracciando per poter rispondere ed è chiaramente la persona più adatta per risolvere l’interrogativo. Prego Mara.

Mara: 5/6 mesi? (Yahoo Answer tvb) – Marty non diffondere strane idee!!!

  • A che età hai imparato ad usare la lavatrice? E anche tu confondi “lavatrice” con “lavastoviglie” o sono solo io?

Marty: Ma la vera domanda è: si finisce mai di imparare veramente? Quando puoi dire di saper destreggiare l’arte del lavaggio? (Tutto ciò per dire che mi ritengo già abbastanza soddisfatta di riuscire a fare uscire i panni ancora dello stesso colore dalla lavastovig.. Ehm, lavatrice)

Mara: penso intorno ai 20 anni, e da allora la regola fondamentale è: ‘lava a 30° e tutto andrà per il meglio”!

  • Consigliaci un libro che noi siamo gente acculturata (avevo scritto giente accoltorata ma vabbè).

Marty: Ironica questa domanda.. Due settimane fa un affascinante barista mi ha chiesto di consigliargli un libro e nel panico l’unica cosa che sono stata in grado di dirgli è stata “Per dieci minuti” di Chiara Gamberale. Per quanto sia un libro carino, ecco, magari la prossima volta la storia di una ragazza mollata dal marito che va dallo psicologo, NO.
Quindi per rimediare, ora ne propongo tre:

– Come un romanzo (Pennac)
– Un giorno (David Nicholls)
– Shadowhunters (Clare, sono una fan dei fantasy, che ce posso fa’!)

Mara: vi confesso che inizialmente la mia risposta era un’altra (avevo citato classici internazionali, poesia, narrativa italiana…) ma ho cancellato tutto per scrivervi il titolo del libro che mi ha totalmente rapita negli ultimi due giorni: Educazione Siberiana di Nicolai Lilin.

  • Descrivici il tuo comfort food per eccellenza, ossia, per la rubrica “Speak as you eat”, cosa mangi per tirarti su di morale? Sono gradite ricette (livello di difficoltà non superiore alle due stelline, o cucchiai, o mestoli, grazie).

Marty: Prendete un grissino e un barattolo di nutella. Mi raccomando, fate attenzione che la nutella sia a temperatura ambiente! Svitate il tappo del barattolo (o come nel mio caso, fatevi aiutare ad aprirlo), e intingete il grissino fino a che non tocca il fondo.. No regrets and enjoy!

Mara: uffi Martina mi ha rubato la ricetta! Ne approfitto per elogiare un alimento sottovalutato e spesso emarginato per i suoi effetti collaterali… W LE CIPOLLE! (anche loro possono aiutare nei momenti di sconforto!)

Bene, e ora tocca a noi nominare e pensare a qualche arguta domanda con cui mettere in difficoltà voi poveri lettori all’ascolto! Ovviamente Alice non puoi proprio sottrarti al compito! Più gente risponde, meglio è, quindi fatevi sotto!

  •  Narraci la scena di un telefilm che ti ha lasciato senza parole (Spoiler per tuttiiiii!)
  • Se fossi un oggetto che cosa saresti? e saresti un oggetto utile o uno di quei soprammobili cambiacolore che tutti cerchiamo inutilmente di far cadere durante le pulizie, ma che restano sempre misteriosamente intatti?
  • Cantaci la canzone che intoni sotto la doccia o che segretamente urli a squarciagola quando sei sola in casa e la cantante che c’è in te prende il sopravvento // a quale canzone il tuo istinto ballerino non riesce a resistere, tanto che quando parte – in discoteca, alla radio o al supermercato – ti scateni come se non ci fosse un domani?
  • Nell’eterna lotta tra cani e gatti, tu da che parte stai? (se non ti piacciono né i cani né i gatti puoi schierare qualsiasi altro animale)
  • Quale è la città più lontana in cui sei stata?
  • Di quale celebrità o personaggio storico vorresti essere la migliore amica? // Se potessi essere una mosca per un giorno, quale celebrità o personaggio storico vorresti spiare?
  • Continuiamo il momento cultura iniziato da Ale: deliziaci con una curiosità da intellettuale, una di quelle da sfoderare con gli amici per farci sembrare persone intelligenti (abbiamo detto sembrare, niente di troppo impegnativo!)
  • Sempre restando nell’ambito culturale… quale libro NON consiglieresti a un amico/amica?
  • Descrivici il lavoro dei tuoi sogni: assaggiare gelati? testare trampolini elastici? diventare un burbero pastore di lama?
  • Raccontaci del tuo lato nerd: c’è mai stato qualche gioco (off o online) che ti ha causato seri problemi di dipendenza? (Ah i pomeriggi spesi con Travian e The Sims…)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...