All the little things

Si vive per le piccole cose. Si vive per noi stessi immersi in piccole e inutili cose.

Questa è la riflessione maturata durante il corso della serata. “Ma è sabato sera!” direte voi, ma chi l’ha detto che al sabato sera si deve per forza uscire?
A volte capita che, per un motivo o per l’altro, l’idea di restare in pigiama (e goderti tutti le piccole cose che stando fuori casa dieci ore al giorno inevitabilmente ti mancano) sia molto più allettante di qualsiasi pub/club/cinema del mondo.

Stasera ho bevuto un bicchiere di vino e poi sono rientrata. Ho deciso di portare Boss a spasso fino in fondo alla via, lasciando il guinzaglio molle e assecondando ogni suo movimento. Volevo immedesimarmi in lui. Ho provato a pensare a come deve essere la vita da cane e, a parte fare pipì otto volte in cinque minuti, forse non è poi così male. Sarei curiosa di scoprire come un cane percepisce la realtà. I cani fiutano, guardano, tendono le orecchie; usano dei sensi che a volte mi dimentico di avere. Con il mio naso scelgo i profumi da Sephora, Boss con il suo sente l’odore del mondo!

Nell’ultimo anno ho rivalutato tante cose – rapporti umani, priorità della vita, obiettivi professionali, tanto per citarne tre a caso – ma soprattutto le piccole abitudini casalinghe: starsene sul divano a guardare programmi TV improponibili, mettersi a letto con il pc sulle gambe, fantasticare su quale sarà la prossima città da visitare, preparare la camomilla e berla leggendo qualche pagina di quel libro che tieni in borsa da settimane ma che non riesci a finire… Sono giunta alla consapevolezza che non abbiamo bisogno di molto per essere non dico felici ma almeno contenti, basta anche solo una tazza di caffè o una coccola dal cane. Voglio riscoprire tutto ciò che ho dimenticato, imparare a usare l’olfatto per sentire il profumo della primavera alle porte, usare il tatto per scavare e piantare i semi, la vista per guardare in modo diverso il viso di chi mi sta accanto, il gusto per assaggiare sapori mai provati, l’udito per la musica delle cose. Di tutte le piccole, inutili, meravigliose cose.

Probabilmente ho ancora il vino in circolo, ma nel mentre il sabato è finito e siamo ufficialmente nel giorno del riposo. Perciò, dandovi la buonanotte, spengo tutto e vado a letto, senza nemmeno rileggere.

Annunci